Endometriosi e Alimentazione

Endometriosi e Alimentazione

Obiettivo del nostro Centro è quello di creare una rete assistenziale in grado di aiutare e sostenere la Donna con Endometriosi, proponendo percorsi personalizzati mirati alla Salute e al Benessere.

Oltre ai medicamenti…Sapevi che….

Controllare il dolore e l’infiammazione è possibile anche grazie alle tue abitudini alimentari?

Recenti studi hanno dimostrato come la riduzione dell’apporto calorico di carboidrati a catena corta presenti in alcuni alimenti, facilmente assorbiti dalla flora intestinale (FODMAP), si correli positivamente con la riduzioni di sintomi gastrointestinali quali, gonfiore, irritabilità, diarrea e stitichezza.

L’effetto degli Oligosaccardi Fermentati, dei Disaccardi, Monosaccaridi e Polioli è quello di richiamare acqua per osmosi all’interno del lume intestinale e di stimolare la nostra flora batterica a produrre gas. Come effetto si ha una distensione dei visceri addominali, riferita come spasmi, coliche, crampi e dolore intestinale diffuso.

dieta-frutta

Aumenta il consumo di frutta e verdura!!

Aiuta nel regolarizzare il transito intestinale, il rilascio di insulina e quindi quello degli estrogeni. L’aumento delle fibre deve essere di almeno un 20-30%.
dieta_caffe

e diminuisci quello di caffè

Anche la riduzione della quantità di caffè che bevi giornalmente agisce in modo positivo sul tuo intestino e può diminuire la percezione del senso di gonfiore e dolore al basso ventre
dieta-omega3

Consumare cibi che contengono Omega 3

Mangiare alimenti ricchi in Omega 3, come pesce azzurro, noci, olio di semi di lino, aumenta la produzione di prostaglandine PGE1, che migliorano la risposta infiammatoria!
dieta-cereali

Pane e pasta integrale sono da preferire!

Gli zuccheri dei cereali integrali si assorbono meno rapidamente, provocano un graduale rialzo della glicemia..
quindi un rilascio graduale dell’insulina

 
dieta_07

Alcol…solo nelle occasioni speciali

L’assunzione di alcolici aumenta la produzione di estrogeni, responsabili del peggioramento dei sintomi.